Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Dodicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Arai RX-7V: livrea speciale in onore della Honda RC-30

11 febbraio 2018
di Nicolas Patrini
Arai presenta il nuovo RX-7V Honda RC-30, una versione celebrativa in onore del trentesimo anniversario dalla nascita della VFR750R
Arai RX-7V: livrea speciale in onore della Honda RC-30

Arai celebra il trentesimo anniversario dalla nascita della VFR750R, meglio conosciuta come Honda RC-30, con il nuovo modello RX-7V, design RC-30, ufficializzato da Honda Motor Japan (HMJ). La livrea è su base bianca a strisce blu e rosse, con dettaglio V4 e un alloro commemorativo del trentennale sulla nuca. Il modello RX-7V RC-30 verrà fornito con imballo personalizzato Honda con i medesimi colori originali del casco e una speciale sacca portacasco riportante il marchio RC-30.

Grazie a una calotta completamente riprogettata in Peripheral Belted Structural Net Composite (PB-SNC2), al Sistema Visiera VAS (Variable Axis System) e al fatto di aver reso la zona delle tempie ancora più liscia e resistente, RX-7V rappresenta un punto di riferimento per Arai.

Fra e novità introdotte su questo modello troviamo i nuovi interni in tessuto antibatterico e anallergico. I profili delle prese aria sono completamente ridisegnati e l'ulteriore miglioramento al sistema di ventilazione Diffuser, ora più silenzioso, consente l'uso del casco anche in ambito turistico. Grazie alla forma della calotta, che rispetta lo Standard R75 Shape, i tecnici Arai sono riusciti a migliorare la capacità del casco di scivolare e rimbalzare su eventuali ostacoli, ottenendo ottime performance di assorbimento.

Arai RX-7V: livrea speciale in onore della Honda RC-30

Honda VFR750R

Di seguito trovate una raccolta di immagini della Honda RC-30, presentata al Salone di Londra nel 1987. La VFR750R, meglio conosciuta come RC30 (RC, la stessa sigla che ha sempre distinto le Honda da GP) veniva assemblata a mano da un team misto, che comprendeva uomini dell’HRC e tecnici del Reparto ricerca e sviluppo. Per questo costava una fortuna: 22 milioni di vecchie lire del 1987, dieci in più rispetto al prezzo di listino della normale VFR750.

© RIPRODUZIONE RISERVATA