Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Dodicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Suzuki conferma Joan Mir fino al 2020

11 June 2018
di Giorgio Sala
Il pilota classe 1997, attualmente rookie nel Mondiale Moto2, farà il grande salto già dalla prossima stagione. Joan Mir affiancherà Alex Rins nel tentativo di portare in vetta la moto di Hamamatsu
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13 Joan Mir nei box del Team MarcVDS - Moto2 2018

    La notizia era già nell’aria da diverso tempo, ma ora è arrivata la conferma da parte del Team Ecstar Suzuki. Dopo la firma di Andrea Iannone con Aprilia per il 2019/2020, la Casa di Hamamatsu ha fatto la sua mossa: il sostituto del pilota di Vasto sarà Joan Mir. Classe 1997 e campione in carica del Mondiale Moto3, Mir è attualmente impegnato nel Mondiale Moto2: nonostante si tratti della prima stagione, lo spagnolo ha già ottenuto due terzi posti negli ultimi GP (Italia e Francia).

    Un percorso fulmineo quello di Mir tra le classi del Motomondiale: esordisce nel 2015, l’anno successivo è il miglior rookie della Moto3 vincendo il GP d’Austria e centrando il podio a Misano e Valencia. Nel 2017 è protagonista della Classe Leggera: con 10 vittorie e 13 podi complessivi, Joan Mir si laurea Campione del Mondo. Le sue superlative doti di guida, insieme alla sua aggressività agonistica, hanno catalizzato l’attenzione di tutti, soprattutto di Davide Brivio che lo ha fortemente voluto al fianco di Alex Rins per le prossime due stagioni. Con l’accordo tra Suzuki e Joan Mir, adesso tutti i team ufficiali sono al completo fino al 2020. Dunque, nella prossima stagione, lo spagnolo si ritroverà a lottare con Pecco Bagnaia in sella alla Ducati del Team Pramac e Miguel Oliveira con la KTM del Team Tech3.

    Suzuki conferma Joan Mir fino al 2020
    Joan Mir
    © RIPRODUZIONE RISERVATA