Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Dodicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

17 maggio 2017
di Tarcisio Olgiati
MotoGP 2017, Le Mans: risultati, tempi e classifiche del venerdì del Motomondiale in Francia. Dovizioso vola sul bagnato in FP2, ma contano i tempi della FP1, fatti in condizioni intermedie: Miller con le slick lascia tutti a oltre 1 sec. FP3 decisive per Rossi, Viñales, Dovi stesso, Lorenzo e Pedrosa
  • Salva
  • Condividi
  • 1/21 MotoGP 2017, Le Mans: jack Miller primo in FP1

    The show must go on

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    Con il cuore in gola per le sorti di Nicky Hayden, che lotta per la vita dopo il pauroso incidente in cui è incorso mercoledì 17 durante un allenamento in bici e che ha sconvolto tutto il mondo dello sport, i piloti della MotoGP hanno dato il via alle ostilità in pista a Le Mans, per il quinto appuntamento del Mondiale 2017 (qui gli orari TV per prove, qualifiche e gare).
    Per chi gioca a FantaMOTOCICLISMO, qui c’è il regolamento, cliccate qui sotto per partecipare
    FantaMOTOCICLISMO

    Dall'Australia con furore!

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    MotoGP 2017, Le Mans: classifica FP1

    Pos. Pilota Nazione Moto Tempo Distacchi (1°/Prec.)
    1 Jack MILLER AUS Honda 1'37.467
    2 Marc MARQUEZ SPA Honda 1'38.755 1.288 / 1.288
    3 Johann ZARCO FRA Yamaha 1'39.248 1.781 / 0.493
    4 Cal CRUTCHLOW GBR Honda 1'39.607 2.140 / 0.359
    5 Loris BAZ FRA Ducati 1'40.427 2.960 / 0.820
    6 Karel ABRAHAM CZE Ducati 1'40.528 3.061 / 0.101
    7 Bradley SMITH GBR KTM 1'40.817 3.350 / 0.289
    8 Valentino ROSSI ITA Yamaha 1'40.894 3.427 / 0.077
    9 Alvaro BAUTISTA SPA Ducati 1'41.024 3.557 / 0.130
    10 Maverick VIÑALES SPA Yamaha 1'41.307 3.840 / 0.283
    11 Andrea IANNONE ITA Suzuki 1'41.562 4.095 / 0.255
    12 Jonas FOLGER GER Yamaha 1'41.644 4.177 / 0.082
    13 Dani PEDROSA SPA Honda 1'41.854 4.387 / 0.210
    14 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati 1'41.871 4.404 / 0.017
    15 Danilo PETRUCCI ITA Ducati 1'41.887 4.420 / 0.016
    16 Jorge LORENZO SPA Ducati 1'41.947 4.480 / 0.060
    17 Scott REDDING GBR Ducati 1'42.040 4.573 / 0.093
    18 Tito RABAT SPA Honda 1'42.094 4.627 / 0.054
    19 Sam LOWES GBR Aprilia 1'42.243 4.776 / 0.149
    20 Sylvain GUINTOLI FRA Suzuki 1'42.891 5.424 / 0.648
    21 Hector BARBERA SPA Ducati 1'42.953 5.486 / 0.062
    22 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia 1'43.114 5.647 / 0.161
    23 Pol ESPARGARO SPA KTM 1'43.519 6.052 / 0.405

    Le libere del venerdì sono cominciate con la sessione mattutina, in cui la pista era in miglioramento rispetto alle prove bagnate della Moto3, ma i risultati sono comunque stati condizionati dallo stato “intermedio” dell’asfalto (molti piloti hanno girato con le rain) e dal freddo. Nella parte iniziale della sessione si sono fatti vedere Lorenzo, Barbera, Marquez, Miller, Folger e Viñales, ma i tempi restano alti, tanto che nei minuti finali si assiste al solito ribaltone in cui, come sempre in condizioni di pista.. strane, emergono molti outsider, mentre i top rider rimandano tutto alle sessioni successive.
    In testa alla classifica delle FP1 c’è Miller (1’37”467), davvero in palla, con Marquez a quasi 1,3 secondi. Più ravvicinati gli altri piloti in Top 5, Zarco, Crutchlow e Baz. Sempre sorprendente vedere Abraham al 6° posto, ma a onor del vero quest’anno Karel sta andando molto meglio rispetto ai suoi standard e le Ducati private sono particolarmente in forma. Quelle ufficiali, invece, chiudono al 14° e 16° posto, rispettivamente con Dovizioso e Lorenzo. Sessione interlocutoria anche per Rossi, Viñales e Pedrosa, finiti rispettivamente all’8°, 10° e 13° posto. C’è da dire che Miller ha montato le slick a metà sessione, mentre gli altri hanno optato per questa scelta solo nel finale. In FP2 aspettiamoci tutt’altra classifica. Forse.

    Sotto l'acqua, moto e piloti tricolori alla grande

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    MotoGP 2017, Le Mans: classifica FP2

    Pos. Pilota Nazione Moto Tempo Distacchi (1°/Prec.)
    1 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati 1'41.673
    2 Marc MARQUEZ SPA Honda 1'41.716 0.043 / 0.043
    3 Danilo PETRUCCI ITA Ducati 1'41.906 0.233 / 0.190
    4 Scott REDDING GBR Ducati 1'41.925 0.252 / 0.019
    5 Andrea IANNONE ITA Suzuki 1'42.078 0.405 / 0.153
    6 Alvaro BAUTISTA SPA Ducati 1'42.625 0.952 / 0.547
    7 Jack MILLER AUS Honda 1'42.729 1.056 / 0.104
    8 Maverick VIÑALES SPA Yamaha 1'42.894 1.221 / 0.165
    9 Sam LOWES GBR Aprilia 1'42.998 1.325 / 0.104
    10 Valentino ROSSI ITA Yamaha 1'43.006 1.333 / 0.008
    11 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia 1'43.177 1.504 / 0.171
    12 Loris BAZ FRA Ducati 1'43.250 1.577 / 0.073
    13 Cal CRUTCHLOW GBR Honda 1'43.340 1.667 / 0.090
    14 Johann ZARCO FRA Yamaha 1'44.177 2.504 / 0.837
    15 Jorge LORENZO SPA Ducati 1'44.276 2.603 / 0.099
    16 Sylvain GUINTOLI FRA Suzuki 1'44.572 2.899 / 0.296
    17 Tito RABAT SPA Honda 1'44.678 3.005 / 0.106
    18 Hector BARBERA SPA Ducati 1'45.074 3.401 / 0.396
    19 Jonas FOLGER GER Yamaha 1'45.119 3.446 / 0.045
    20 Pol ESPARGARO SPA KTM 1'45.622 3.949 / 0.503
    21 Dani PEDROSA SPA Honda 1'45.804 4.131 / 0.182
    22 Karel ABRAHAM CZE Ducati 1'47.127 5.454 / 1.323
    23 Bradley SMITH GBR

    La sessione del venerdì è bagnatissima, con pioggia battente e temperature invernali (11° nell’aria, 15 sull’asfalto). All’inizio delle FP2 i tempi sono di oltre 10-12 secondi superiori al migliore fatto registrare da Miller in mattinata, con Redding davanti a tutti. Nei primi dieci minuti i piloti prendono confidenza con l’insidioso tracciato bagnato e i tempi scendono, anche in maniera consistente, con Redding, Baz, Miller, Viñales, Rossi, Dovizioso a limare i propri crono di un secondo al giro. A 30 minuti dalla fine non hanno ancora girato Petrucci, Crutchlow, Smith e Pol Espargaro, mentre Redding comanda il gruppo con un best lap di 1’43”878. Seguono Rossi (a 2 decimi), Dovizioso, Viñales e Miller in Top 5. Ancora in “stand by” Pedrosa e Lorenzo. Ma se il primo di fatto non ha ancora girato, il secondo non riesce a trovare il bandolo della matassa, girando oltre 4 secondi peggio del compagno di marca in testa alla classifica. Anche Zarco è cauto e parte con un passo da 11° posto, davanti a Marquez ma dietro a Folger. A 23 minuti dalla fine Iannone è ancora 17°, ma la notizia è che Redding lima ancora il proprio tempo: resta primo, ma scende a 1’42”950, lasciando Rossi 2° a 1,132 secondi. Nello stesso momento, con la maggior parte dei piloti ai box, Petrucci risale al 5° posto, col tempo di 1’44”596.

    Petrux suona la carica

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    Passano due minuti e i box si svuotano, Iannone risale all’11° posto, Petrucci al 2°, Lorenzo al 5°, Aleix Espargaro al 7°. A parte Miller (8°), le Honda ufficiali faticano, con Marquez 15° e Pedrosa 22°, davanti al solo Smith. Meglio Crutchlow, 7° e in progresso.
    I migliori tempi restano sempre molto superiori (circa 8 secondi) a quelli fatti registrare in FP1, quindi la classifica combinata non cambia: c’è sempre Miller davanti a tutti. A 16 minuti dalla fine Petrucci suona la carica, ma anche Rossi è “in carena”. Danilo passa a condurre con un giro in 1’42”478, Valentino resta 3° ma abbassa il suo crono fino a 1’43”763. Entrambi continuano a spingere, ma non concretizzano. Anzi, Miller soffia a Rossi il 3° posto.

    Si rivede Sam Lowes

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    Mentre Petrucci e Miller tengono il gas spalancato, si fanno vedere in Top 10 le Suzuki, con Iannone 9° e Guintoli 10°, subito spostati indietro di una posizione dall’arrivo di Marquez al 9° posto. Petrux e Miller migliorano i propri tempi. L’italiano gira in 1’41”906, l’australiano passa al 2° posto col tempo di 1’42”729. Crutchlow passa al 5° posto, Baz all’8°, davanti a Lorenzo. Ma i due arretrano di una posizione quando arriva Bautista a piazzarsi 8°. A 9 minuti dalla fine c’è il bel balzo del Dovi, che risale al 2° posto col tempo di 1’42”701. Si segnala, altresì, la bella 13esima posizione di Lowes, molto più a proprio agio di Aleix con l’Aprilia sul bagnato.

    Dovi imprendibile

    Dovi Top in FP2, ma il venerdì francese è di Miller

    La parte finale della sessione comincia con Marquez che tenta di limare il quasi secondo e mezzo che lo separa da Petrucci. Dei big, Marc è l’unico che fa segnare intertempi in miglioramento. Attendiamo il rush finale, mancano 5 minuti e gli altri non staranno a guardare, partire da Redding. Intanto, però, Marquez toglie mezzo secondo e passa 4°, ma Scott fa altrettanto e si piazza 2°, dietro il compagno di team. Due Ducati private davanti a tutti, ma quella ufficiale del Dovi spinge: 3° a 3 minuti dalla fine, ma nel giro successivo ha i primi settori migliori di quelli fatti registrare da Petrucci nel suo best lap. Infatti la tornata si chiude col Dovi davanti a tutti (1’41”673). Andrea, Scott e Marquez continuano a tirare, mentre Petrucci torna ai box.

    Di fatto non cambia più nulla, quindi le FP2 si concludono con Dovizioso davanti a tutti, seguito in Top 10 da Marquez, Petrucci, Redding, Iannone (bel colpo di reni finale), Bautista, Miller, Viñales, Lowes e Rossi, preso nella morsa delle due Aprilia (Aleix 11°). Come già detto, però, la combinata del venerdì di fatto coincide con la classifica delle FP1, che vede Miller in testa. Gli unici a migliorare sono Dovizioso e Redding, che guadagnano una posizione rispetto al mattino. Cliccate qui per tutti la combinata nel dettaglio.

    Tra i piloti in genere abituati a posizioni “nobili” in classifica, sessione sottotono per Crutchlow, Zarco, Lorenzo e, soprattutto Pedrosa, finiti rispettivamente al 13°, 14°, 15° e 21° (!) posto.

    Ora non resta che attendere i prossimi verdetti della pista (qui gli orari TV).

    © RIPRODUZIONE RISERVATA