Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Dodicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Michelin Anakee Wild: 50% asfalto, 50% off-road

16 March 2016
di Giorgio Sala
Il nuovo pneunatico della Casa di Clermont-Ferrnad è un tassellato dedicato alle enduro stradali che non hanno paura... di sporcarsi. Progettate per essere efficaci su qualsiasi terreno accidentato, le nuove Anakee Wild promettono un'elevata tenuta anche su strada, asciutta o bagnata. Per metterle a punto, Michelin ha preso parte a 4 eventi in 2 anni, attraversando 4 continenti. Info, foto, misure e video
  • Salva
  • Condividi
  • 1/63 Michelin Anakee Wild

    pneumatico tuttofare secondo Michelin

    Con l'avvio della commercializzazione in tutto il Mondo, l'Anakee Wild entra ufficialmente a far parte della gamma Michelin 2016 dedicata alle enduro stradali. La nuova gomma della Casa francese non sostituisce l’Anakee III, che invece rimane una copertura dedicata alla strada ma adatta al fuoristrada leggero. Il nuovo Anakee Wild è invece un pneumatico radiale pensato per chi, a bordo della propria maxi-enduro, si avventura in fuori strada attraverso percorsi sabbiosi, fangosi, rocciosi o accidentati di qualsiasi tipo. Insomma, una gomma “tuttofare” che, secondo Michelin, è in grado di offrire una tenuta di strada eccellente nonostante la sua anima off-road. Ciò è possibile grazie alla disposizione e alla forma dei tasselli (cliccate qui per vederli nella nostra gallery) che compongono il battistrada: i tasselli centrali (Rear Knobs) sono collocati in modo da offrire la miglior trazione e tenuta di strada anche sul bagnato, mentre quelli esterni (Staggered Shoulder Blocks) sono sfasati aldilà della spalla della gomma per consentire elevata aderenza nelle condizioni più estreme. Il ponte tra i tasselli della parte esterna (Bridge-blocks) permettono un appoggio maggiore atto a ottenere più rigidità e, dunque, una tenuta di strada in curva ottimale. Ogni tassello dispone di una scanalatura (Teeth Line) che facilita l’evacuazione del fango e riduce la ritenzione dei sassi. Con una mescola tutta nuova, la tecnologia radiale e la profondità ottimale dei tasselli, il nuovo Anakee Wild assicura alta percorrenza chilometrica e resistenza al riscaldamento, comfort e stabilità su strada, precisione di guida e sicurezza su strade bagnate e trazione nell’off-road; potete vedere tutte le funzionalità di Anakee Wild nel video che segue. 

    Loading the player...

    Dalla Mongolia al Brasile, passando per Cape Town e Istanbul

    Per sviluppare al meglio questo nuovo pneumatico, Michelin ha voluto testare sul campo le proprie gomme prima di metterle in commercio, prendendo parte a quattro avventurosi raid tra il 2013 al 2015, ovvero:

    • Long Way Home Asia, da Ulan Bator, capitale della Mongolia, a Istanbul (12.500 km) 
    • Raid GS Zoulou, da Windhoek, capitale della Namibia, a Cape Town, in Sud Africa (7.500 km)
    • Wild Runners in Francia e in Spagna (4.000 km in 6 giorni)
    • Raid GS Gringo, tra Montevideo, capitale dell'Uruguay, e Ushuaia in Argentina, passando per Antofagasta, città costiera del Cile, e dopo aver attraversato Brasile, Paraguay, Bolivia e Perù. (15.000 km)
    Dopo due anni, una percorrenza di poco inferiore alla circonferenza della Terra, 4 continenti attraversati e temperature dai 45° del deserto Sudamericano ai -5° delle catene montuose Mongole, il nuovo Michelin Anakee Wild è stato rifinito, messo a punto e ultimato nella versione che ora è prodotta e disponibile al pubblico. Il video che segue riassume l'esperienza.

    Loading the player...

    Misure del nuovo Michelin Anakee Wild

    3 dimensioni all’anteriore  4 dimensioni al posteriore
    110/80 R19 (disponibile nel 1o quadrimestre) 150/70 R 17 (disponibile nel 1° quadrimestre)
    120/70 R19 (disponibile nel 1o quadrimestre) 170/60 R 17 (disponibile nel 1° quadrimestre)
    90/90 - 21 130/80 - 17
      140/80 - 17

    Michelin Anakee Wild: 50% asfalto, 50% off-road
    © RIPRODUZIONE RISERVATA