Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Dodicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi

27 novembre 2017
di Nicolas Patrini
Pensi motard e subito immagini una moto scomoda, scorbutica e dal “fiato corto”. La Husqvarna 701 Supermoto è invece più generosa del previsto. Ecco la nostra prova
Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi

Una "arancione" vestita di bianco, capace di sverniciare, nel misto, anche le naked più agguerrite. Ha una ciclistica svelta ed equilibrata; ma il punto forte è il motore, uno fra i più vigorosi monocilindrici in circolazione, che tra l'altro beve poco e vibra nulla. L’abbiamo provata in autostrada e fra le curve, ecco quello che c’è da sapere sulla Husqvarna 701 Supermoto. Di seguito l’identikit della moto e le foto più belle del nostro test.

Husqvarna 701 Supermoto
Cilindrata 692,7 cc
Potenza massima *65,48 CV
Accelerazione 0-400 m *12,496 s
Velocità massima *193,6 km/h
Peso a vuoto *141,4 kg
*Dati rilevati dal nostro Centro Prove

Dai fucili alle armi…fra le curve!

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi
Il motore della Husqvarna 701 Supermoto

Lo stemma di famiglia sembra una H cerchiata e sovrastata da una corona, che fa pensare ad origini nobili. Invece il tondo con tre creste è la stilizzazione della bocca di un fucile sormontata dal mirino. Perché la Husqvarna nasce come fabbrica di armi. E questa sua ultima creatura, la 701 Supermoto, è una vera fucilata. Strettamente imparentata con la “sorella” KTM 690 SMC R, con la quale condivide meccanica e ciclistica, la 701 sa distinguersi non solo nell'estetica. Prima di salire in sella ("salire" è appropriato, data l’altezza della moto, con il piano seduta a oltre 900 mm misurati) merita un'occhiata: appare massiccia, con grandi superfici bianche; è decisamente diversa dalle altre maxi-motard, ma non per questo sembra più goffa. Anzi, trasuda sportività, è muscolosa.

Il motore: più potente e fluido

Il grosso monocilindrico da 692 cc, oltre a guadagnare l’omologazione Euro 4, riceve nel 2017 un'iniezione di potenza: 6,7 CV e 3,3 Nm in più rispetto a quello in configurazione 2016. Al banco del nostro centro prove, la Husky eroga adesso la bellezza di 65 CV alla ruota. Che, abbinati ad un peso contenuto in soli 141 kg a secco, danno la misura di una bomba su due ruote. Ma gli affinamenti non finiscono qui: ora il "mono" guadagna anche 1.000 giri in più di rotazione: modifica che spalma l'erogazione su un arco più ampio, rendendola più fluida e meno scorbutica. Non ci sono più mappe da selezionare (il modello 2016 ne aveva tre, anche se al nostro banco non avevano messo in risalto grandi differenze tra loro), ma l’iniezione elettronica si affida a un inedito corpo farfallato da 50 mm con comando ride-by-wire. Tutta nuova anche la testata, che integra un secondo contralbero di equilibratura. Il risultato di tutto questo è un motore che è goduria allo stato puro, capace di spingere la 701 fuori dalle curve a una velocità impressionante. E anche quando la strada si distende, non le manca il fiato. Fa quasi impressione toccare i 200 km/h indicati (193 reali) stando seduti su una monocilindrica.

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi
La nostra prova della Husqvarna 701 Supermoto 2017

Più comoda del previsto

In autostrada, a 140 km/h e la sesta inserita, basta ruotare la manopola del gas per ricevere una vigorosa spinta: si bevono i sorpassi come fossero chupiti, tutti in un sorso. Certo la voglia di viaggiare in autostrada passa alla svelta: senza contare la pressione dell'aria sul corpo, oltre il limite consentito dal C.d.S. si avverte l’avantreno che perde progressivamente stabilità. Tuttavia, anche andando forte, le vibrazioni sono praticamente assenti. E poi, anche se non è certo una moto votata al turismo, la 701 ha il gran pregio di non affaticare oltremodo il pilota. Pensi supermotard e subito immagini una sella scomoda, l'antitesi del comfort. Invece l’imbottitura della Husqvarna è generosa, ampia e ben sostenuta senza essere eccessivamente dura. E poi è così lunga che ciascun pilota può scegliere la posizione che preferisce: puoi spalmarti con il sedere sulla zona più ampia posteriore oppure scivolare fin quasi a toccare il cannotto di sterzo con l'inguine per caricare l’avantreno.

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi
Fra le curve con la Husqvarna 701 Supermoto

Agile fra le curve, senza effetto on-off

La vocazione della 701 si riscopre quando iniziano le curve. Strette e lente, ampie e veloci: tutte egualmente godibili. La risposta al comando del gas è pronta, precisa e mai brusca. Dell'effetto on-off, nemmeno l'ombra: l'erogazione è elastica e progressiva. Certo, chi cerca una supermotard da portare fra i cordoli, troverà la 701 quasi "addomesticata", meno efficace ed emozionante di una "quattroemezzo" pronto gara. Ma senza dubbio più versatile, tanto da far balenare in mente l’idea di percorre qualche km in più in sella senza programmare soste utili a smaltire il formicolio a braccia e sedere. La distribuzione dei pesi (quasi 50% ant. e 50% post.) con il serbatoio integrato nel telaietto reggisella, non diminuisce l’agilità della moto. Anche se è lontano dal baricentro, viaggiare con il pieno di carburante o la riserva non trasmette differenze sostanziali.

Su una strada che è una serpentina di asfalto attorcigliata sui fianchi delle montagne, scopriamo sospensioni con ampia escursione, ma ben tarate (in ogni caso completamente regolabili), troviamo immediato feeling con gomme agili e con tanto grip (Continental ContiAttack SM) e prendiamo fiducia con un avantreno solido e intuitivo. All’altezza delle prestazioni l'impianto frenante, con un anteriore tanto modulabile che bastano due dita per sentirsi padroni della situazione in ogni staccata. Il freno posteriore lavora bene e quando si forza il ritmo è utile per pulire le traiettorie, ma - soprattutto guidando carichi sull'avantreno - si avverte l'intervento dell'ABS (disattivabile con un pulsante sul blocchetto di sinistra).

La prova completa è stata pubblicata su ​Motociclismo di settembre 2017, dove trovate ogni dettaglio e i rilevamenti strumentali del nostro Centro Prove.

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi
Husqvarna 701 Supermoto: il nostro test

Pregi e difetti

PREGI

  • Potenza ed erogazione
  • Assenza vibrazioni
  • Consumi contenuti
DIFETTI
  • Strumentazione pover

Husqvarna 701 Supermoto: vietato annoiarsi
Husqvarna 701 Supermoto 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
x